Lo svezzamento

Tra il 4° – 6° mese si da il via allo svezzamento cioè all’introduzione dei primi cibi solidi perché il piccolo inizia ad avere bisogno di minerali, in particolare ferro, proteine e determinati grassi.
Lo svezzamento rappresenta uno dei momenti cruciali nella crescita di un bambino, ma è anche tra quelli che destano più ansie nelle mamme.
Dopo aver preso per mesi soltanto il latte, il bambino comincerà a confrontarsi con altri sapori ed altre consistenze. Ovviamente non potrà mangiare tutto da subito, ma i vari alimenti dovranno essere introdotti gradualmente nella sua alimentazione, anche in base all’età.
Se il bambino rifiuta di mangiare in “quantità” va rispettato poiché la fame dei bambini è autoregolata. Se invece il piccolo rifiuta il cibo in “qualità” occorre non forzarlo, ma permettergli di conoscere l’alimento, continuando ad insistere con 2-3- cucchiaini del cibo che non gradisce in modo tale che vi si abitui. A tal proposito, è necessario armarsi di pazienza perché possono essere necessarivari tentativi…

Vi metto la lista degli alimenti da inserire in base all’età

Frutta
4°- 6° mese: mela, pera, banana
8°- 9° mese: prugna, albicocca, uva, pesca, kiwi
12° mese: agrumi
18°- 24° mese: fragole, ciliegie, frutta secca

Verdura
4°- 6° mese: patate, carote, zucchine, lattuga
7°- 8° mese: fagiolini, finocchi, spinaci, zucca
8°- 9° mese: asparagi, cavoli, verze, carciofi
10°- 12° mese: cipolla, pomodori

Cereali
4° mese: crema di riso, mais e tapioca, biscotti senza glutine
6°- 7° mese: semolino, pastina, biscotti con glutine
12° mese: pane, riso

Latte e latticini
4°- 6° mese: parmigiano, grana, crescenza, quartirolo, ricotta, mozzarella, scamorza, fontina, pecorino
7°- 8° mese: yogurt bianco e alla frutta (solo banana, mela e pera)
12° mese: latte di mucca, yogurt alla frutta
4°- 6° mese: agnello, cavallo, coniglio, manzo, pollo, tacchino, vitello
7°- 8° mese: prosciutto cotto
12° mese: maiale

Pesce
7°- 8° mese: branzino, dentice, merluzzo, nasello, orata, salmone, sogliola, palombo
18°- 24 mese: crostacei, molluschi

Uovo
10° mese: solo tuorlo
12° mese: anche albume

Da mamma vi do un consiglio… segnatevi ogni nuovo alimento che inserite e prima di inserirne un altro aspettate almeno tre giorni. In questo modo, in caso di allergia, potrete accorgervi subito qual è l’alimento che l’ha scatenata.
Questo è lo svezzamento classico che il pediatra in genere consiglia. A breve vi parlerò di un
nvmetodo: l’autosvezzamento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *